La giuria 2010

LA GIURIA FILM

FLAVIA MASTRELLA e ANTONIO REZZA
Flavia Mastrella e Antonio Rezza dal 1987 hanno realizzato nove opere teatrali interpretate da Rezza in questione all’interno degli spazi ideati da Mastrella: “Nuove parabole” 1988, “Barba e cravatta” 1990, “I vichinghi elettronici” 1991, “Seppellitemi ai fornetti” 1992, “Pitecus” 1995, “Io” 1998, prodotto dal Teatro Stabile delle Marche, “Fotofinish” 2003, “Bahamut” 2006, prodotto dal CRT Artificio, “7-14-21-28” 2009, in coproduzione con Fondazione Teatro Piemonte Europa e Teatro 91. Hanno realizzato una serie sterminata di cortometraggi e tre film “Escoriandoli” presentato a Venezia nel1996 “Delitto sul Po” del 2001 e Fotofinish2 2006. Per la televisione hanno scritto e diretto tra il 1999 e il 2000 il programma “Troppolitani” trasmesso da RAI 3. Tra il 1990 e il 2006 Flavia Mastrella espone sculture, videosculture e foto a Roma, Zurigo e nella Certosa di San Lorenzo a Padula all’interno della mostra “Le opere e i giorni” curata da Achille Bonito Oliva. Nel 1998 Antonio Rezza scrive il suo primo romanzo “Non cogito ergo digito” edito da Bompiani cui seguono, per lo stesso editore “Ti squamo” del 1999 e “Son(n)o” del 2005,e a settembre 2007 “Credo in un solo oblio”. Sempre nel 2007 Flavia Mastrella espone al PAN a Napoli l’istallazione Boe alla deriva. 2OO8 Nell’Aldilà cortometraggio liberamente associato al libro di Chicca Gagliardo “Nell’aldilà dei pesci”. Presentano al Festival del Cinema di Venezia il documentario “Il passato è il mio bastone”.
Antonio Rezza presenta alla Milanesiana “Ipotesi di film su Cristo Morto” (progetto per un film da realizzare)
Nel 2004 Flavia e Antonio realizzano lo spettacolo jazz “Fusion” insieme a The Fringe.

DAVID MORENO e RAQUEL PEDREIRA
David Moreno (Villarrobledo, Albacete, Spain; 1977) ha scritto la sua prima sceneggiatura, “Remolinos”, sotto l’egida del progetto Canal + Guiones (Canal + Spain). Da allora, alterna la stesura di sceneggiature per film a quella per serie TV (Hospital Central, Acusados –Telecinco-), e queste alla mansione di regista di video musicali e pubblicità. “Socarrat” è il suo primo cortometraggio, vincitore dei premi della giuria e del pubblico alla scorsa edizione del Lago Film Fest.
Raquel Pedreira (Santiago de Compostela, Spain, 1977) ha lavorato per varie compagnie di produzione dell’industria Audovisiva Spagnola finché non ha avviato la propria, la Almaina Producciones, la cui prima produzione nel ramo della narrativa è ‘Socarrat’, vincitore di più di quaranta premi, nazionali e internazionali.

SILVIO BANDINELLI e MONICA TIMPERI (aka FRANK SIMON)
Silvio Bandinelli nasce a Tripoli (Libia) il 21/12/1954.
Ha sei anni quando la famiglia si trasferisce a Firenze, città dove risiederà sino al 2009. Frequenta la facoltà di Lettere e nel 1978 si laurea con il massimo dei voti in Storia del cinema presso la cattedra di Pio Baldelli. Durante gli studi universitari entra in contatto con il mondo della pubblicità, prima come fotomodello (è protagonista per due anni della campagna Vespa Piaggio stampa e tv), apre l’agenzia di pubblicità Eureka dove gestisce vari budget tra cui l’Adica Pongo e alcuni prodotti Linea Gig. Prosegue anche nella sua attività di regista firmando e/o producendo per Tortellini Rana, Hunday Pony, Roller Caravan e altri. Entra in contatto con il mondo della pornografia, conosce Riccardo Schicchi e i produttori dei maggiori film di Cicciolina e Moana Pozzi. Produce così il film Masquerade girato in versione soft e hard, in 35mm. Nel 1994 abbandona il mondo della pubblicità. Nel 1996 apre, insieme alla sua compagna Monica Timperi, la Showtime, distribuzione e produzione di film pornografici.
Tra i suoi film un’edizione “Cuba” film dichiaratamente schierato con gli ideali di Guevara. Nel 2003 esce “Abuso di potere” ispirato dalle vicende di Cesare Previti. E’ del 2008 il suo ultimo film “Nero familiare” in cui indaga la decadenza della borghesia.
Monica Timperi nasce a Roma. Dopo aver conseguito il diploma presso il Liceo Linguistico, si iscrive alla facoltà di sociologia presso La Sapienza. Parallelamente lavora come pr presso alcuni locali della capitale. Nel 1996 incontra Silvio Bandinelli. Insieme fondano la Showtime e Monica si occupa della politica commerciale concorrendo in modo determinante all’affermazione dei film di Bandinelli sul mercato interno. Dopo il film “Gioventù Bruciata” firmato Frank Simon ma interamente girato da Bandinelli, mettendo a frutto l’esperienza di aiuto regista nei set di Silvio, si “appropria” di Frank Simon e gira dunque i film a questa firma. E’ l’unica regista donna italiana. Vi sono altre donne, attrici o ex, che firmano alcuni film, ma che in realtà non girano neanche una scena. A 4 mani con Silvio Bandinelli firma “Festival” il film-scandalo sul Festival di Sanremo.

GIURIA SCENEGGIATURE

ANTONELLO RINALDI
È nato in un paesino del Montefeltro e cresciuto a Riccione. Nel 1980 una rivista Mondadori pubblica un suo racconto: è così che dà il via ad una fortunata carriera di scrittore. Alla fine degli anni ’80 frequenta il D.A.M.S. di Bologna e la Scuola Superiore di Giornalismo dell’Università di Urbino e si occupa soprattutto di teatro. Successivamente si trasferisce a Roma, dove conosce Rodolfo Sonego. Con Sonego, del quale sarà amico, allievo e collaboratore fino al 2000, firma episodi delle serie di Rai Uno “Una famiglia in giallo”, con Ugo Tognazzi, e “Un commissario a Roma”, con Nino Manfredi. Seguono
poi le due miniserie di Rai Due “Provincia segreta” e “Provincia segreta 2”, sempre con Sonego. Con quest’ultimo collabora anche alla sceneggiatura del suo ultimo film, “Il quaderno della spesa”, con Gabriele Lavia e la regia di Tonino Cervi. Ha collaborato, inoltre, con Dardano Sacchetti, Leone Colonna, Marco Pozzi, Alexis Sweet. Per Marina Confalone ha scritto l’originale radiofonico “Il trillo del grillo”, Rai Stereo Uno Napoli. Firma numerose sceneggiature e nel ’99 entra a far parte del team di sceneggiatori della soap-opera di Canale 5 “Vivere”, per la quale, dal 2003 al 2006, è responsabile dei dialoghi.
Dopo essere stato story-editor per la soap di Rai Uno “Sottocasa”, dialoghista e script-editor per la nona serie di “Incantesimo”, attualmente scrive per “Agrodolce”, il nuovo programma di lunga serialità della Rai. Per Marco Maccaferri ha realizzato la sceneggiatura di “Toppol 313”, che, dopo varie vicissitudini, verrà finalmente realizzato nel 2011. Nel 2009 firma “Coppia da sballo”, un action-movie brillante che sarà interpretato da Lorenzo Fleherty e Ricky Memphis e diretto da Alexis Sweet. Attualmente, per San Marco Film e Warner Bross Italia, sempre per la regia dell’amico Alexis Sweet, sta scrivendo la sceneggiatura del film “Tutto in un colpo” (titolo ancora provvisorio), interpretato da Raoul Bova.

MANLIO PIVA
Laureato in Lettere e con un Dottorato al DAMS di Bologna, dal 2005 è docente a contratto per il DAMS di Padova e insegna Storia del Cinema Italiano nella sede italiana della Boston University. Presso il Liceo della Comunicazione di Conegliano è docente di Cinema e Media Elettronici, scrive e produce format radiofonici che speriementa con gli studenti alla radio locale. Appassionato divulgatore e didatta degli audiovisivi, ha collaborato con numerose agenzie formative, pubblicando saggi critici, proposte didattiche e di recente il manuale Il coccodrillo luminoso, grazie anche alla collaborazione della Mediateca Cinemazero di Pordenone della quale è consulente per le attività laboratoriali condotte nelle scuole.