DANCE PERFORMANCE

INTERAZIONI SITE SPECIFIC 

EMBRACE

MMContemporary Dance Company (Giovanni Napoli, Cosmo Sancilio)

Venerdì 21 luglio
ore 21.30 e 22.30 – Open Space
Sabato 22 luglio
ore 2o.00 – Parco del Livelet

«Natura! Ne siamo circondati e avvolti, incapaci di uscirne, incapaci di penetrare più addentro in lei.  Non richiesta, e senza preavviso, essa ci afferra nel vortice della sua danza e ci trascina seco, finché, stanchi, non ci sciogliamo dalle sue braccia.» (Goethe)

La MM Contemporary Dance Company è una compagnia di danza contemporanea nata nel 1999 e diretta dal coreografo Michele Merola; nel 2010 vince il prestigioso Premio Danza&Danza come migliore compagnia emergente.

TRUST

ConTrust (Martin Angiuli, Malwina Stepien, Alberto Cissello)

Lunedì 24 luglio
ore 20.00 e 21.30 – Parco del Livelet
Martedì 25 luglio
ore 20.00 e 22.00 – Parco del Livelet

La fiducia è uno dei più potenti componenti della natura umana e definisce il processo di creazione delle relazioni e della realtà stessa. E’ un viaggio dinamico attraverso lo spazio ignoto in cui facciamo un passo avanti e uno indietro. A volte questa fiducia si rompe. Sarai pronto a cadere nelle braccia di qualcun altro?

Vincono il premio The Best Emerging Artists Duo 2015 al Festival Internazionale SoloDuo NRW+Friends di Köln, e quello per Miglior Scrittura Coreografica alla nona edizione di Cortoindanza. Dal 2017 si aggiunge Alberto Cissello e diventano un trio.

TUTTI SANNO CHE

Irene Andreetto, Silena Bertolino

Martedì 25 luglio
ore 21.30 e 22.30 – Open Space
Mercoledì 26 luglio
ore 21.30 e 22.30 – Open Space

La danza vive di tradizioni e luoghi comuni: IN «TUTTI SANNO CHE», frasi tipiche della conoscenza popolare sulla danza – «tutte le ballerine sono anoressiche», «i ballerini sanno contare solo fino a 8» – saranno trattate da un punto di vista scientifico.

Irene Andreetto ha lavorato con la compagnia Europa Danse, con il Ballett Basel e con il Bern Ballet. E’ co-fondatrice della compagnia Unplush (Berna- CH). Silena Bertolino è danzatrice, insegnante e coreografa indipendente attiva a Berna, diventa istruttrice di yoga grazie allo Yoga Teacher Trainer Bern.

SUTRA DEL LOTO

Collettivo Sweet Cicuta

Giovedì 27 luglio
ore 21.30 e 22.30 – Open Space

Il loto è simbolo di bellezza e di oblio. Questo è un lavoro di contrasti, movimenti circolari, stagioni che ritornano, è un’indagine sulla nostalgia e l’invidia. Corpi, parole, suoni si incontrano per sperimentare traiettorie indefinite.

Sweet Cicuta è un collettivo artistico nato nel 2013 interessato all’esplorazione di linguaggi e stili diversi nel campo della musica, della danza e del video: i loro lavori vedono la compresenza di video e musica originali, elementi strettamente collegati all’azione dei performers.

WATER DREAMER

Omar Peruzza, Mattia Gardenal, Alice D’Altoè

Giovedì 27 luglio
ore 21.00 e 22.00 – Open Space

Water Dreamer parte da una ricerca interiore sul concetto di caos e ordine. I due interpreti, l’uno musicista l’altra danzatrice si abbandonano al caos improvvisando musica e danza facendosi ispirare dalla natura e dall’ambiente che li circonda.

Alice D’Altoè è danzatrice presso Artemis Danza di Monica Casadei. Approfondisce la conoscenza della danza contemporanea coi coreografi Fabrizio Monteverde, Nicoletta Cabassi e Virgilio Sieni. Fa parte del collettivo artistico Maison Rode Waste Culture.

WALKING AND FALLING

Nicolas Vamvouklis

Venerdì 28 luglio
ore 20.30 – Open Space

La performance, ispirata all’omonimo lavoro di Laurie Anderson, inscena una camminata in slow motion. Il perfomer, qui flaneur, si scontra con svariate declinazioni ed identità della nostra società. Assistiamo così a un’analisi del paesaggio e della porosità del corpo umano attraverso la nozione di velocità.

Nicolas Vamvouklis vive e lavora tra Milano e Atene. Ha collaborato con il Bejart Ballet di Losanna e con l’Istituto Marina Abramović, e preso parte al NEON Curatorial Exchange 2015 in partnership con la Whitechapel Gallery.  Attualmente svolge il ruolo di curatore presso FABRICA.

TIMELESS PASSION

Claudio Pisa, Laura De Nicolao

Venerdì 28 luglio
ore 20.00 – Parco del Livelet
ore 21.30 e 22.30 – Open Space

L’attesa, l’anticipazione, la sinergia di due corpi che si cercano per toccarsi e fondersi, l’erotismo, generato dall’attesa, dall’anticipazione di un bacio ancora non dato o forse dal sapore di uno appena concluso. Parole e gesti sono solo un preludio a ciò che il destino ha già scritto. Ispirato a “Il Bacio” di Auguste Rodin. 

Claudio Pisa ha lavorato con Korper, Borderline Danza, Biennale di Venezia e Maggio Musicale Fiorentino. Laura de Nicolao ha danzato presso Abc Balletto Classico,Leggere strutture, Venezia Balletto e Deutsche Oper am Rhein. Sono entrambe docenti per Biennale Educational.

VOICE FOR OTHER HANDS, ROMPERE IL LIMITE DELL’ESERCIZIO

Federica Camata (voce), Michele Tajariol (sculture)

Venerdì 28 luglio
ore 21.00 e 22.00 – Open Space

Una cantante, due “sculture per mani” ed uno spartito. Qui Il canto e la scultura sono due linguaggi in lotta, in continua tensione uno verso l’altro. Il canto, che cerca di ordinare e dare un senso alla scrittura dello spartito e la scultura che si oppone, con la sua fisicità, nel disperato tentativo di diventare strumento utile.

Michele Tajariol frequenta l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Espone, tra gli altri, presso Baltimore Jewelry Center Gallery, 98ma Collettiva Giovani Artisti Fondazione Bevilacqua La Masa, Kilowatt Festival e Trieste Contemporanea. Si aggiudica il Premio Francesco Fabbri per le Arti Emergenti.