THE SINGING ABORTIONIST

Il documentario shock

“Non è mia intenzione farvelo apprezzare, e nemmeno detestare. Ma almeno, finito il film, potrete dire di conoscerlo e di comprenderlo.”

Superstite dell’olocausto. Donnaiolo. Attivista pro aborto.
Il dottor Henry Morgentaler, deceduto nel 2013, viene spesso definito «l’uomo più amato in Canada, e il più odiato». Ma dietro la facciata di attivismo, poco si sa delle sue contraddizioni; The Singing Abortionist è la decostruzione dell’uomo dietro la causa. Ribelle nell’intimo, irremovibile dalla sua convizione che “aiutare le persone non è un crimine”, negli anni ’70 Henry Morgentaler organizza una conferenza

stampa e annuncia al mondo di aver già effettuato 7000 aborti clandestini. Non solo: nel giorno della Festa della Mamma del ’72, ne effettua uno in diretta televisiva. Ma perché un uomo scampato per poco alla Germania nazista sceglie di rimettere a rischio la propria libertà? Questo documentario rivela come sia proprio la sua condizione di sopravvissuto ad aver forgiato la militanza di Morgentaler nel movimento pro-choice; come aver assistito in prima persona a quel genere

di atrocità, incluso lo sterminio della sua stessa famiglia, l’abbia portato a credere che «solo perché qualcosa è una legge, non significa sia giusta».
Per vent’anni, Henry Morgentaler ha combattuto battaglie sociali davanti agli occhi del pubblico, e battaglie private a sipario chiuso. Non è mia intenzione farvelo apprezzare, e nemmeno detestare. Ma almeno, finito il film, potrete dire di conoscerlo e di comprenderlo.

– Dara Bratt

THE SINGING ABORTIONIST
Dara Bratt / 2015 / 63′ / Canada

Mercoledì 25 luglio
ore 23.00
Vicolo Arco
CONSULTA IL PROGRAMMA