PREMIO SONEGO – CONCORSO 2021

Iscrivi la tua sceneggiatura!

TEMA 2021
Il cinema secondo Sonego

Rodolfo Sonego nacque a Belluno nel 1921. Nel 2021 ricorreranno i 100 anni dalla sua nascita.

In vista di questa occasione, Piattaforma Lago e il Premio Rodolfo Sonego vogliono rendere omaggio alla vita e alle opere del grande autore bellunese, con un’edizione inedita e particolare che ricordi quanto le sue storie siano diventate punti di riferimento della cinematografia mondiale.

L’edizione 2021 del Premio Rodolfo Sonego parte proprio da qui: IL CINEMA SECONDO SONEGO. 

Rodolfo Sonego ha trattato temi profondi con un linguaggio semplice e diversi livelli di interpretazione. Un’intera tavolozza di tematiche con cui colorava i personaggi delle sue storie.  Uomini e donne imperfetti, fallibili, ma per questo sensibili, vivi, veri, palpitanti.

Per questo, per la nuova edizione del Premio, non ci siamo accontentati di un solo tema, ma ne abbiamo scelti 3 che caratterizzano la filmografia di Rodolfo Sonego :

1. IL PERDENTE

La figura dell’italiano medio, piccolo borghese fanfarone e un po’ opportunista, la disonorata in cerca di vendetta che finisce per diventare una donna nuova. Tutte storie che hanno segnato intere generazioni di personaggi dal dopoguerra a oggi. 

Sonego è riuscito a raccontare la storia di un italiano, anzi, la storia di tutti gli italiani, delineare le virtù e, soprattutto, i vizi.

 

I personaggi di Sonego diventano così uno spaccato della realtà, del crollo degli ideali e della nuova voglia di cinismo e di compromessi. Sonego ha rappresentato tutti i difetti degli italiani, ma i suoi film migliori sono quelli in cui rappresenta personaggi all’estremo opposto, divertenti per eccesso di onestà. Per fare questo bisogna avere una certa crudeltà, avere il coraggio di dire che il bene è perdente.

FILM DI RIFERIMENTO

  • Lo Scopone Scientifico (1972)
  • Una vita difficile (1961)
  • La Ragazza con la Pistola (1968)

2. LA COPPIA

Che sia complementare o felicemente in conflitto, in molti film di Sonego la coppia rappresenta il modo più funzionale per raccontare una vasta gamma di sentimenti, dall’euforia alla disperazione. 

Conoscersi per riconoscersi. Darsi il peggio in vista di qualcosa di più grande, di più vero. Questo è il meccanismo che anima amanti, consorti e compagni presenti nei film di Sonego.

Raccontare la crisi della coppia significa anche parlare senza filtri di cose come il tradimento, non più prerogativa maschile ma anche femminile. La crisi del matrimonio è un fattore imprevisto che irrompe nel quotidiano, fa fare delle scelte e fa cambiare vita.

La coppia diventa lo strumento perfetto per poter indagare su concetti dati per certi, assodati, inscalfibili. Come quello di Amore, per esempio. 

Amare permetterebbe tutto: tanto essere fedeli, quanto esser infedeli. Matrimonio e tradimento sono entrambi giustificati come forme di amore, e dunque ambedue mai condannabili, in via di principio. Per Sonego parlare di coppie significa indagare aspetti fondamentali dell’esperienza umana senza paura di ferire l’ego dei diretti interessanti. Farsi male per farsi del bene.

FILM DI RIFERIMENTO

  • Il Marito (1958)
  • Amore mio aiutami (1969)
  • Il seduttore (1954)

3. IL VIAGGIO IN TERRE STRANIERE

È un’Italia fuori dall’Italia, quella filtrata dallo sguardo di Rodolfo Sonego, tra gli sceneggiatori più attenti alle dinamiche, abitudini, costanti e variabili dell’italiano all’estero.

Come la lontananza dalla madrepatria, salutata a volte con disprezzo, altre con amore, che diventa l’occasione per scoprire più da vicino dolori tenuti nascosti per troppo tempo o epifanie improvvise che gettano una nuova luce sul percorso dei viaggiatori. 

Chi siamo quando partiamo? 

Chi vogliamo diventare durante il viaggio? 

Quanto scarto c’è tra la prima e la seconda cosa, al momento del ritorno a casa?

Con il tema del viaggio, Sonego ritrae in maniera universale la figura del migrante italiano, della sua solitudine, dei suoi enormi sacrifici per raggiungere la tanto agognata felicità.

E questo ritorno, cosa si porta addosso? La consapevolezza che si lascia un’Italia laboriosa e spiccia, divisa sì tra lesti e loschi cialtroni in tour e ingenue vittime del sistema, ma tutto questo c’è nella terra natia quanto in quella d’accoglienza.

Così, la nostalgia che assale, una volta lontani da casa, diventa anche una bussola, quella più intima e emotiva, con cui i viandanti iniziano ad orientarsi e quindi a cambiare in vista di un ritorno, concreto o metaforico, vicino o lontano.

FILM DI RIFERIMENTO

  • Bello Onesto Emigrato Australia Sposerebbe Compaesana Illibata (1971)
  • Il Diavolo (1963)
  • Un italiano in America (1967)

Vi chiediamo di scegliere uno tra questi temi e di raccontarci una storia che sia capace di farlo suo, di ampliarlo, adattarlo ai nostri tempi, capovolgerlo, esplorarlo. 

Storie senza limiti di genere. Al di fuori dei cliché a cui siamo abituati, capaci di trainarci in per il loro stile, ma anche per via della loro profondità e coraggio. Storie, come direbbe Sonego, “con un sacco di piccoli e grandi sorpassi”.

Buona fortuna.

COS’È?

Il Premio Rodolfo Sonego è un concorso di sceneggiature per cortometraggi in collaborazione con Scuola Holden.

È un progetto firmato Lago Film Fest, il Festival Internazionale di Cinema Indipendente che si terrà dal 23 luglio al 1 agosto 2021 nella splendida cornice di Revine Lago (Treviso).

COSA BISOGNA FARE 

Il tema di questa nuova edizione è IL CINEMA SECONDO SONEGO. 

Le sceneggiature originali dei cortometraggi dovranno attenersi ad uno dei 3 temi scelti all’interno della filmografia del grande sceneggiatore:

  • Il viaggio in terre straniere
  • La coppia
  • Il perdente

Per partecipare al Concorso è necessario inviare le sceneggiature in lingua italiana, e rispettare i seguenti criteri: 

 

  • formato anonimo
  • lunghezza massima: 15 pagine A4 copertina esclusa
  • carattere COURIER NEW, corpo 12
  • formato .pdf.

 

COME ISCRIVERSI

Per iscriversi al concorso è necessario leggere il regolamento, compilare il form online e versare la quota di iscrizione di: 

 

  • 35€ se l’iscrizione avviene entro il 15/12/2020
  • 50€ se l’iscrizione avviene dopo il 15/12/2020

 

La quota d’iscrizione può essere versata tramite pagamento paypal o bonifico bancario intestato a:

FONDAZIONE FRANCESCO FABBRI – ONLUS

BANCA PREALPI SANBIAGIO CREDITO COOPERATIVO – SOCIETA’ COOPERATIVA

iban: IT95C0890461920006000007126

causale: Iscrizione Premio Rodolfo Sonego 2021 + nome e cognome del partecipante

 

Al momento dell’iscrizione occorre avere:

la sceneggiatura in formato .pdf, una sinossi di 10 righe della storia, il cv dell/degli autori e la ricevuta dell’avvenuto pagamento in formato .pdf.

LE TAPPE

I nomi dei 9 finalisti di tale selezione verranno pubblicati sul sito www.lagofest.org/premiorodolfosonego entro la prima metà di marzo 2021.

 

I nove finalisti avranno la possibilità di partecipare alle varie fasi del concorso.

 

 

  • LO SPRING CAMP

Un laboratorio di 4 giornate ospitato da Casa Fabbri che mette a disposizione del progetto il suo quartier generale, moderna declinazione della “residenza d’artista” che accoglie studiosi creativi e ricercatori offrendo uno spazio in cui ideare e realizzare progetti. Vero e proprio incubatore di idee, Casa Fabbri quest’anno ospiterà i 9 finalisti dal 16 al 18 aprile 2021 presso la residenza per artisti Fondazione Francesco Fabbri, a Pieve di Soligo, Tv (Piazza Liberta’, 7, 31053 Pieve di Soligo TV, i quali avranno la possibilità di perfezionare le sceneggiature proposte con dei professionisti del settore.

 

 

  • IL SUMMER CAMP

Secondo workshop di approfondimento di 3 giorni, che si terrà tra il 23/07 e il 1/08 durante la diciassettesima edizione del Lago Film Fest.

Nella splendida cornice del festival, i finalisti avranno l’occasione di approfondire i loro lavori, partendo dalle tematiche di questa edizione fino ad arrivare al mondo del cortometraggio, tramite un ciclo di incontri, masterclass e talk mirati.

E la sera? La sera ci sono le proiezioni, gli eventi e le performance del Lago Film Fest!

I 9 finalisti avranno anche la possibilità di presentare le loro storie a produttori e professionisti del settore, all’interno dei BID, i Bare Foot Industry Days, le giornate dedicate al mondo dell’industria organizzati da Lago Film Fest.

  • PITCHING

Si parte da LFF con una sessione di pitching in riva al Lago, per approdare poi, nei mesi successivi in altri lidi. Letteralmente. 

Nelle scorse edizioni, siamo passati per la Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia dove i 9 finalisti hanno avuto la possibilità di raccontare le loro storie a una platea di esperti del settore, da produttori a registi, con lo scopo di creare nuove sinergie intorno ai loro lavori. A seguito della sessione di pitch, gli invitati hanno avuto la possibilità di conoscere meglio i progetti dei finalisti tramite dei colloqui one o one.

  • VERSO LA PREMIAZIONE

Il lavoro in vista della premiazione è un percorso legato alla traduzione e alla presentazione del corto. Si articola con: l’affiancamento di un traduttore per lavorare sulla traduzione in inglese dello script e del pitch; ed un percorso di training con un esperto per strutturare al meglio il proprio pitch.

  • PARTNER STRATEGICI: LA SCUOLA HOLDEN

Last but not least, il partner ufficiale del concorso: la Scuola Holden.

Fondata nel 1994 da Alessandro Baricco, la Scuola Holden è una scuola di storytelling, cioè di narrazione, comunicazione, e di arti performative.

  • LA PREMIAZIONE

L’ultimo appuntamento al Torino Short Film Market, dove i finalisti presenteranno in inglese le loro storie alla ricerca di co-produzioni internazionali.

Sempre a Torino si svolgerà la premiazione dove si decreterà il vincitore di questa edizione.

Il vincitore sarà eletto dalla giuria a suo insindacabile giudizio. Il premio verrà consegnato durante il Torino Short Film Market.

Al vincitore del Premio Sonego, la Scuola Holden regalerà un buono di 590€ per un corso a scelta, valido per tutto il 2022.